Mostra con opere grafiche di Miró

Mostra
L’allestimento deve confrontarsi con l’artista catalano Joan Miró, che curò l’immagine coordinata di numerosi eventi artistici, realizzando per ognuno manifesti, cataloghi e inviti. Questi prodotti grafici sono i protagonisti della mostra milanese “Mirografie”, che espone dal 20 gennaio al 5 febbraio 2012 una settantina di pezzi estratti da una collezione privata dieci volte più ampia. L’obiettivo è quello di fornire 15 esempi di interi progetti di comunicazione realizzati da Miró.

Allestimento
L’allestimento propone lungo un percorso circolare una bacheca discontinua che raggruppa e separa le opere secondo l’evento artistico a cui fanno riferimento. Il tema centrale, coerente con la natura delle opere in mostra, è il perenne contrasto tra serialità e unicità.
Ogni elemento di OSB è sia un numero qualunque della serie da 15, sia un oggetto poetico la cui divagazione è giustificata da “dovere di servizio”. La forma è infatti pura conseguenza dei poster e dei cataloghi relativi al singolo progetto di comunicazione che il contenitore espone.
L’effetto complessivo è una serie di 15 oggetti in bilico tra il quotidiano e l’onirico. Qualcosa di simile a ciò che erano, ben più nobilmente, i progetti grafici di Miró.

 

Show
The Catalan artist Joan Miró took care of the corporate image of numerous artistic events, creating posters, catalogues and invitations. Those graphic products are the protagonists of the Milanese exhibition “Mirografie”, which, from January 20th to February 5th 2012, has shown seventy pieces chosen from a private collection ten times wider. The goal is to provide 15 examples of entire communication projects carried out by Miró.

Exhibit Design
The exhibit proposes, along a circular path, a discontinuous board that groups and separates the works according to the artistic event to which they are referred. The central theme, coherent with the nature of the exhibited works, is the perpetual conflict between seriality and uniqueness.
Each OSB (Oriented Strand Board) element is both an ordinary element of the series and a poetic object whose digression is justified by “a call to serve.” The form is indeed a mere consequence of the posters and catalogues related to the individual communication project that the container exhibits.
The overall effect is a series of 15 objects, which are balanced between the everyday and the dreamlike. This is something similar to what Miró’s graphics projects, more nobly, resembled.

 

Condividi:

Località: Milano

Logo design e catalogo: Giulia Bertuzzo

Contributi in fase di esecuzione: Maria Gloria Ghielmetti, Claudia Zampella

Coordinamento tecnologia: Marco Milani

Fotografia: Stefano Saccà

Committente: Privato

Costo: 10.000 €